About | Italiano

Perché con una guida turistica?

Firenze da cartolina o Firenze vera?

Una guida turistica della Provincia di Firenze è una figura professionale specializzata. Ha studiato tutto ciò che riguarda il suo territorio: la storia, l’archeologia, l’arte, la gastronomia, le tradizioni popolari e sa quale linguaggio utilizzare per comunicarlo nel modo migliore. In più ci mette tutta la sua passione e la sua esperienza, per questo sentire raccontare Firenze da una guida turistica non sarà mai come leggere un manuale o scaricare un’App.

Se non ti fermi alle apparenze, se non ti accontenti di una visione stereotipata dei luoghi, se pretendi che i tuoi viaggi siano sempre una scoperta e un arricchimento, visitare Firenze con una guida turistica ufficiale sarà un’esperienza indimenticabile.

Goditi lo spettacolo

Firenze non si può scoprire nel tempo di un breve soggiorno. Se ti affidi al servizio professionale di una guida turistica non dovrai far altro che lasciarti andare al magnifico spettacolo offerto dalla culla del Rinascimento. Su il sipario, allora!

 

 

Perché scegliere me?

Fiorentina DOC 

Sono Elena Riccio e ho dato vita a Loveflorence per condividere con voi il mio amore per Firenze. Sono nata e cresciuta in questa città e fin da bambina ho sempre cercato di conoscerla in tutti i suoi aspetti, anche quelli meno scontati.  Vivo la mia città e il mio territorio intensamente, non solo per lavoro: sono sempre aggiornata sugli eventi e le opportunità che offre.

Appassionata

Se hai letto la pagina Mission, avrai percepito quanta passione metto nel mio lavoro. Il mio obiettivo è trasmettertela, suscitare in te la curiosità e la voglia di approfondire.

Meticolosa

Non mi piace lasciare niente al caso, perché sono meticolosa per natura. Le mie visite guidate sono studiate nei minimi dettagli. Mi piace aggiornarmi, studiare e approfondire sempre più le mie conoscenze. Se vuoi saperne di più su quale è il mio modo di divulgare la conoscenza e l’amore per il territorio, dai un’occhiata al mio blog. Parla di itinerari, storie, sapori, eventi, persone, opere d’arte, tutte con un comune denominatore: Firenze e il suo territorio.

Sorridente

Sono guida turistica perché questa professione mi piace molto e mi calza a pennello. Per questo quando lavoro sono sempre di buon umore e venire incontro alle vostre esigenze sarà solo un piacere.

Sostenibile

Non si può dire di amare veramente un luogo se non ci prendiamo cura della sua salute. Io mi impegno andando a lavoro con i mezzi pubblici o con la bicicletta. Molti degli itinerari che troverete nella sezione Tours si possono effettuare usando i mezzi pubblici. Quando ciò non è possibile puoi condividere il viaggio in auto con i tuoi amici, così dimezzi le emissioni di Co2 e moltiplichi il divertimento. Sostenibilità significa anche cercare di allontanarsi il più possibile dal turismo di massa, che ci impedisce di entrare veramente in contatto con il genius loci e crea disagi a chi in città ci vive. Perciò se chiedi il mio parere ti consiglierò di visitare Firenze a novembre, quando le strade della città saranno vuote e silenziose e sarà più facile fare un salto indietro nel tempo; un paio di guanti in tasca e un ombrello in borsa ci aiuteranno a superare gli inconvenienti della stagione. Oppure, se vieni nei mesi “caldi”, ti proporrò itinerari a cui magari non avevi pensato, perché meno conosciuti, ma proprio per questo più affascinanti.

Storia di una passione

Sono nata a Firenze. Non l’ho cercata. Non ci sono dovuta venire. Semplicemente mi è stata regalata dalla vita, chissà perché proprio a me. Quando ero bambina Firenze era il quartiere, il campanile della mia chiesetta medievale, i nomi delle strade presi in prestito da pittori che non conoscevo.

Col tempo,  grazie agli adulti che mi stavano intorno i miei orizzonti si sono allargati e Firenze è diventata anche i grandi monumenti , le grandi piazze, le grandi opere d’arte che tutti voi conoscete. Tutto ciò per me era naturale. Si può dire che il bello era di casa, a casa mia. Così altrettanto è stato naturale amare Firenze da subito. Non solo le grandi opere d’arte, ma anche i suoi palazzi austeri e silenziosi, che così poco lasciavano intravedere le storie, esperienze e vite vissute fra quelle mura. Le sue chiesette buie che odorano d’incenso e di candele. Le sue strade del centro più intricate, quelle un po’ umide, senza vetrine, con le bici contro i muri. L’ho amata come si ama la propria casa, anche quando è disordinata, anche quando non è perfetta. Quello che vedevo era una Firenze grandiosa e intima allo stesso tempo.

Poi sono cresciuta e ho capito che Firenze è un luogo davvero speciale, unico al mondo. Mi sono accorta del numero enorme di turisti che ogni anno la  visitano  ed è stato naturale coltivare il mio amore per la mia terra proprio partendo da loro. Per questo ho deciso di fare una professione dalla mia passione.

 

Vuoi saperne di più sulla mia formazione e le mie esperienze? Dai un’occhiata al mio profilo Linkedin